Insieme al Nido

Premessa

Il bambino al di sotto dei 3 anni, al suo ingresso nell’Asilo Nido si trova ad allontanarsi da casa per la prima volta ed in particolare dalla mamma e spesso questo distacco è doloroso per entrambi.

Per questo, noi educatrici, riteniamo opportuno dedicare i primi mesi di scuola all’inserimento.

Ogni bambino arriva a scuola con una sua storia fatta di esperienze vissute soprattutto nell’ambito familiare.

Questo primo momento è dedicato non solo ai bambini, ma anche ai genitori che spesso ci troviamo a dover incoraggiare e tranquillizzare.

L’età, 18 mesi – 3 anni è caratterizzata dalla fase “egocentrica” che come sappiamo si manifesta con l’incapacità nel differenziare il proprio punto di vista con quello altrui.

L’elevata frequenza delle parole: “Io” e “mio”, all’interno del proprio linguaggio, caratterizzano quest’età e l’Asilo Nido ne deve tener conto per attivare quelle strategie educative che determinano la fine di questa fase.

Il nostro obiettivo è rendere il bambino autonomo:

    • nell’esprimere i propri bisogni
    • di muoversi con facilità nella sezione
    • nel prendere i giocattoli
    • nel comunicare verbalmente e non
    • nel pranzare

Fargli acquisire le prime regole di convivenza:

    • imparare a dividere i giocattoli con gli altri
    • imparare a stare seduto al tavolo a merenda e a pranzo
    • primi approcci alla socializzazione attraverso, racconti, girotondi, giochi e canzoncine, tenendo conto dell’età dei bambini presenti nella sezione.
contenuti

L’organizzazione di uno spazio stimolante ed accogliente investe tutti gli aspetti della vita scolastica ma poiché il primo impatto con l’ambiente senz’altro di tipo fisico e più precisamente “topologico”, si ritiene utile verificare come lo spazio influenzi l’accoglienza, facilitando ostacolando importanti dinamiche relazionali. Le insegnanti devono mostrarsi serene, disponibili, comprensive della difficoltà che un ambiente nuovo può creare a genitori e bambini

destinatari
    • bambini del nido
    • gruppi omogenei per età
    • gruppi eterogenei per età
obiettivi
    • favorire il processo di scolarizzazione
    • diminuire il Mio possessivo molto presente a quest’età
    • acquisire piccole regole
    • condividere i giocattoli
    • conoscere e utilizzare materiali nuovi
    • favorire i rapporti con le famiglie
    • arricchire il linguaggio
attività
    • canzoncine e filastrocche
    • raccontiamo una storia
    • giochi motori:

      giochiamo al cagnolino, alla Pecora, ecc
      giochiamo con la palla
      giochiamo con le costruzionigiochiamo con le macchinegiochiamo con le bambolegiochiamo con la pitturagiochiamo con la plastilinagiochiamo con l’acquagiochiamo con i pupazzigiochiamo con le scopine

       

Giochi all’aperto con giostrine, scivoli, ecc. Facciamo un bel disegno, giochiamo a travestirci.

materiali

Palle – costruzioni – bambole – macchine – pupazzi – plastilina – pastelli – pennarelli – fogli – libri – pittura – cartoncini – scopine – buste di plastica – giornali

tempi

Da Novembre a Giugno

spazi

Aule – giardino – interspazi

verifica

La verifica sarà effettuata in base al grado d’interesse e partecipazione dei bambini, dal dialogo con la famiglia e da un’attenta osservazione relativa ai vari comportamenti.

54321
(0 votes. Average 0 of 5)